Acne e infertilità

  • Patrizia Pellizzari

L’acne è un’ affezione della pelle che comunemente colpisce in larga misura gli adolescenti non solo ma anche gli adulti.

Viene definita una dermatosi cronica infiammatoria dell’unità pilo-sebacea. A livello cutaneo si ha un’alterazione delle cheratinizzazione, una eccessiva produzione di sebo che facilita la crescita e proliferazione di colonie di un batterio denominato Propionibacterium acnes e lo sviluppo di un processo infiammatorio. Può presentarsi in forma lieve, moderata o severa.

Ha un forte impatto psicologico indebolendo l’autostima e la fiducia in se stessi. La paziente con acne ha maggiore difficoltà nelle relazioni interpersonali.

Le cause sono molteplici: stile di vita poco sano con abuso di alcool, fumo, cibi ricchi di glutine, zuccheri e latticini, stress, inquinamento ambientale, alterazioni ormonali e predisposizione genetica.

 

Condizione tipica dell’adolescenza può persistere o comparire anche in età adulta. In alcuni casi è presente anche nel neonato, oppure dopo esposizione cronica a sostanze tossiche o durante l’assunzione di certi farmaci.

In che modo è connessa all’infertilità? Perchè è un sintomo che insieme ad altri è l’espressione di alterazioni ormonali.

Gli sbilanciamenti ormonali comportano un’alterazione delle fertilità come assenza o irregolarità dell’ovulazione, mestruazioni irregolari o assenti, infertilità e in particolare segni di iperandrogenismo.

Cosa sono gli androgeni? Sono ormoni maschili prodotti nelle ovaie e nel surrene che determinano aumento della peluria, perdita di capelli e acne. In che modo causano l’acne? Perchè inducono un aumento del sebo (pelle grassa). Gli estrogeni (ormoni femminili prodotti dall’ovaio) determinano invece una riduzione del sebo e antagonizzano l’azione degli androgeni a livello cutaneo. In alcuni disordini ormonali in cui gli estrogeni sono bassi può comparire acne.

Anche l’aumento dell’insulina determina irregolarità del ciclo, comparsa di acne e infertilità attraverso un meccanismo in parte genetico e in parte legato ad una dieta ricca di zuccheri e alla sedentarietà. Altri ormoni come la prolattina, l’LH, il GH, l’Acth, il CRH e i glucocorticoidi facilitano con meccanismi diversi gli androgeni. Una delle condizioni mediche più comuni caratterizzata da alterazioni ormonali, infertilità e a volte acne è la nota sindrome dell’ovaio micropolicstico (PCOS).

E’ opportuno sottolineare che molto spesso l’acne è un disturbo tipico dell’adolescenza che tende a regredire. Nei casi in cui persiste o è importante è necessario effettuare una valutazione ormonale completa al fine di poter intervenire precocemente per prevenire la comparsa o il prolungarsi di determinati sbilanciamenti ormonali che possono influire negativamente sulla salute e il benessere del corpo e la fertilità.

Nei casi in cui l’acne è lieve e transitoria ci si affida a terapie topiche; a questo riguardo l’igiene e la pulizia del viso giocano un ruolo critico molto spesso sottovalutato dalle pazienti. Di recente si è evidenziato come lo stile di vita: dieta a basso indice glicemico, con pochi latticini, ricca di fibre, verdure, omega 3, vitamina D e polifenoli possa contribuire ad un miglioramento e a volte scomparsa dell’acne.

In altre situazioni si prescrivono trattamenti antibiotici, ormonali che vanno concordati con la dermatologa. E’ di cruciale importanza infatti la collaborazione di ginecologa, dermatologa, nutrizionista e in alcuni casi endocrinologa.

 

Bibliografia

1) Hormonal treatment of acne vulgaris: an update. Mohamed L Elsaie. Clin Cosmet Investig Dermatol. 2016; 9: 241–248

2) Adult female acne: Clinical characteristics and factors significantly associated with polycystic ovary syndrome. Pattriya Chanyachailert  et al. Australas J Dermatol. 2021 Nov;62(4):e532-e538. doi: 10.1111/ajd.13700. Epub 2021 Aug 23

 

Scritto da
Dr.ssa Patrizia Pellizzari
Novembre 2022

Utilizziamo i cookie per personalizzare la tua esperienza utente e per studiare come viene utilizzato il nostro sito web. Acconsenti ai nostri cookie, se continui ad utilizzare questo sito web.